Tu sei qui: Home News Sicurezza sul lavoro (Dlgs 81/08): DVR obbligatorio anche per microimprese dal 1 giugno 2013

Sicurezza sul lavoro (Dlgs 81/08): DVR obbligatorio anche per microimprese dal 1 giugno 2013

Nuove disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro: il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) dal 1° giugno 2013 diventerà obbligatorio anche per aziende con meno di 10 lavoratori e indipendentemente dal tipo di attività o di società.
Sicurezza sul lavoro (Dlgs 81/08): DVR obbligatorio anche per microimprese dal 1 giugno 2013

DVR obbligatorio per microimprese

Nuove disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro: a partire dal 1° giugno 2013 tutte le imprese che sino ad oggi si sono avvalse dell'Autocertificazione dei rischi dovranno per legge dotarsi di un Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

Come previsto dall'art.29 del D.lgs 81/08 relativo alla sicurezza sul lavoro, anche le microimprese con meno di 10 lavoratori (tra soci e dipendenti) dovranno regolarizzare entro il termine indicato la propria posizione dotandosi di un Documento di Valutazione dei Rischi.

Sarà il datore di lavoro, supportato dal responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) e in collaborazione con il medico competente, a redigere il documento. Il materiale prodotto andrà poi custodito all'interno dell'unità produttiva acui si riferisce la valutazione dei rischi.

Come si legge all'articolo 28 comma 2, il documento redatto a conclusione della valutazione, deve avere data certa e
contenere:

a) una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l'attivita' lavorativa, nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa;

b) l'indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate e dei dispositivi di protezione individuali adottati;

c) il programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;

d) l'individuazione delle procedure per l'attuazione delle misure da realizzare, nonche' dei ruoli dell'organizzazione aziendale che vi debbono provvedere, a cui devono essere assegnati unicamente soggetti in possesso di adeguate competenze e poteri;

e) l'indicazione del nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza o di quello territoriale e del medico competente che ha partecipato alla valutazione del rischio;

f) l'individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici.

Questo è quanto previsto dall'art.29 del D.lgs 81/08.

Contattaci per maggiori informazioni o visualizza gli approfondimenti sul Blog Econews del Gruppo Marazzato.

Informazioni sul sito: realizzato con Plone e Python da Puntoit Servizi Informatici, design Gate01