Tu sei qui: Home News News Rifiuti: SISTRI e il DM del 24 aprile 2014

News Rifiuti: SISTRI e il DM del 24 aprile 2014

Lo scorso 30 aprile è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 99 il Decreto Ministeriale n. 126 del 24 aprile 2014. Vi evidenziamo le nuove esenzioni e le nuove conferme.
News Rifiuti: SISTRI e il DM del 24 aprile 2014

SISTRI - News

Ecco le principali novità. Nel documento si legge che le aziende con meno di 10 dipendenti sono definitivamente esentate dal dover aderire al SISTRI: nonché i produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi da scavo, costruzione e demolizione, artigiani, commercianti, piccole aziende sanitarie ecc.

Rimangono invece soggette al sistema di tracciabilità di rifiuti tutti gli enti e le imprese di qualsiasi categoria aventi un numero di dipendenti superiore alle 10 unità, i produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi appartenenti al settore agroindustriale, pesca e acquacultura, e aziende che effettuano operazioni di stoccaggio.

Diverso è quanto richiesto alla Regione Campania: rimangono soggette al SISTRI tutte quelle imprese che effettuano la raccolta, il trasporto, il recupero e lo smaltimento dei rifiuti urbani nella Regione, con particolare attenzione a tutti i passaggi della filiera (per maggiori dettagli, si legga l’art. 5 del decreto).

Tutte quelle aziende che non rientrano nelle categorie sopracitate e che aderiscono o meno al SISTRI su base volontaria rimangono obbligatori gli adempimenti relativi a registri di carico e scarico e formulari.

Il decreto chiarisce anche il termine ultimo per poter versare gli oneri contributivi annuali: tutti i soggetti (comprese le aziende che si sono scritte nell’ultimo periodo) devono versare il contributo entro il 30 giugno 2014.

Nei mesi successivi è intenzione del Ministero semplificare ulteriormente le procedure applicative. Ecco perchè- si legge- “Si procederà mediante successivi decreti e a seguito di tavoli tecnici di approfondimento tematico attivati con i rappresentanti delle associazioni di categoria e con gli operatori interessati”.

Vedremo se sarà la volta buona!

Decreto Ministeriale n. 126 del 24 aprile 2014.



Informazioni sul sito: realizzato con Plone e Python da Puntoit Servizi Informatici, design Gate01