Tu sei qui: Home News Albo Nazionale Gestori Ambientali: nuovo regolamento a partire dal 7 Settembre 2014

Albo Nazionale Gestori Ambientali: nuovo regolamento a partire dal 7 Settembre 2014

Con la sua entrata in vigore, viene abrogato il precedente regolamento dell'Albo Gestori Ambientali
Albo Nazionale Gestori Ambientali: nuovo regolamento a partire dal 7 Settembre 2014

Nuovo regolamento: d.m. 120/2014

Il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 23 Agosto 2014 il decreto n. 120/2014 ossia il nuovo Regolamento che disciplina l’Albo Nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti.

Con la sua entrata in vigore, che avverrà a partire dal 7 settembre 2014, viene abrogato il precedente regolamento dell'Albo Gestori Ambientali (decreto n. 406/1998).

Le principali novità riguardano alcune delle categorie di attività di gestione dei rifiuti alle quali è richiesta l’iscrizione all’Albo, in particolare:

  • Categoria 2-bis: produttori iniziali di rifiuti non pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti, nonché i produttori iniziali di rifiuti pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti pericolosi in quantità non eccedenti trenta chilogrammi o trenta litri al giorno (di cui all’ art. 212, comma 8 del d.lgs. 152/2006);
  • Categoria 3-bis: distributori e installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), trasportatori di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche in nome dei distributori, installatori e gestori dei centri di assistenza tecnica di tali apparecchiature con le procedure semplificate previste dal decreto ministeriale n. 65/2010

  • Categoria 6: imprese che effettuano soltanto trasporto transfrontaliero di rifiuti ai sensi del d.lgs. 152/2006;

  • Categoria 7: operatori logistici presso le stazioni ferroviarie, gli interporti, gli impianti di terminalizzazione, gli scali merci ed i porti, ai quali, nell'ambito del trasporto intermodale, sono affidati i rifiuti in attesa della presa in carico da parte dell'impresa ferroviaria o navale, ai sensi del d.lgs. 152/2006.

Per le altre categorie, comprese quelle a cui appartiene il Gruppo Marazzato, non è stata effettuata alcuna rilevante modifica.

Un’altra importante novità riguarda l’istituzione di un responsabile tecnico avente il compito di assicurare la corretta organizzazione della gestione dei rifiuti. Il Comitato Nazionale dovrà definire i requisiti di questa figura in base a titolo di studio; anni e tipologia di esperienza maturata nel settore di attività; l'idoneità derivante dalla verifica di apprendimento a seguito di un percorso formativo con aggiornamento quinquennale.

In ultimo, semplificazioni amministrative prevedono:

  • l'autocertificazione di permanenza dei requisiti richiesti per l'iscrizione in caso di rinnovo o di variazioni;

  • la sostituzione delle perizie con la certificazione dell'idoneità dei mezzi da parte del responsabile tecnico;

  • l'acquisizione d'ufficio da parte della sezione regionale dell'Albo delle variazioni societarie trasmesse al REA.


Per maggiori informazioni non esitate a contattarci.

Informazioni sul sito: realizzato con Plone e Python da Puntoit Servizi Informatici, design Gate01